L'Attività Sportiva del Centro Sportivo Italiano

“L’attività sportiva è il principio generatore della relazione educativa fondato sull’intimo ed inscindibile rapporto tra la pratica sportiva e la promozione della persona umana. Due aspetti inscindibili di un’unica sfida: passione per lo sport e passione per la persona e la sua crescita integrale”.(Cfr. Progetto culturale sportivo del CSI- 2001).

L’educazione attraverso lo sport deve essere concepita come capacità di relazione significativa. La sua funzione prevalente è quella di sviluppare relazioni umane. La concezione relazionale dell’esperienza sportiva è basata sulla testimonianza – cioè dalla capacità di sperimentare (sentire, toccare, vedere) la realtà – che viene dai sensi (vivere una certa relazione con un’altra persona, un amico o educatore). Questo modo di pensare, diciamo pure il paradigma relazionale, è stato chiaramente additato come base di una nuova cultura civile nell’enciclica Caritas in veritate (CV, 29 giugno 2009). 

La via che Benedetto XVI propone può essere chiamata relazionale a motivo del fatto che è nella categoria della relazione che va cercata la soluzione alla sfida educativa. “La creatura umana, in quanto di natura spirituale, si realizza nelle relazioni interpersonali. Più le vive in modo autentico, più matura anche la propria identità personale. Non è isolandosi che l’uomo valorizza se stesso, ma ponendosi in relazione con gli altri e con Dio. L’importanza di tali relazioni diventa quindi fondamentale. Il nuovo paradigma richiede una riorganizzazione culturale, strutturale e organizzativa dell’Associazione (e dei sistemi formativi in genere).

In termini più pratici, non basta più un patto sui valori che legittimano gli scopi dell’essere Csi ma occorre sviluppare un modello educativo ed organizzativo adeguato. Un’Associazione che promuove uno sport come bene relazionale deve essere organizzato in modo da definire bene i suoi obiettivi in termini relazionali. Occorre avere chiaro e riconoscibile, sia il modello educativo sia il modello organizzativo – fatto di accoglienza, fiducia, di cooperazione e reciprocità ( Accogliere, Orientare, Allenare, Accompagnare, dare Speranza)


5 Gennaio 1944

5 Gennaio 2014

 

Il CSI compie Settant'anni

 

Il 5 gennaio 1944, la Direzione generale dell'Azione Cattolica, approvava l'iniziativa del prof. Luigi Gedda di costituire un’associazione per promuovere, riunire e rappresentare nell’Italia post-bellica l’impegno dei cattolici nello sport con la denominazione di Centro Sportivo Italiano.
Come ieri, fino ad oggi, d
a settantanni, il nostro impegno educativo rimane intatto:

EDUCARE ATTRAVERSO LO SPORT!